martedì 23 agosto 2016

Cuccioli disponibili- puppies available

Sono attualmente disponibili 3 cuccioli maschi della cucciolata Bonny Ocrina (LO12124057) x Ciocorì (LO1413054).
Available at the moment 3 male pups out of Bonny Ocrina (LO12124057) x Ciocorì (LO1413054)
Fusillo



Fusillo ha una personalità allegra, amico di tutti. E' docile ma con carattere deciso. Nel lavoro è costante e veloce, ha già trovato il suo primo tartufo naturale nei boschi.
E' disponibile per chi è interessato alla cerca del tartufo o per una famiglia molto attiva.
Fusillo has a joyful personality, friendly with everyone. He's cooperative but with a strong temperament. At work he's fast and constant, he already found his first natural truffle in the woods. He's available for people interested in work or for a very active family.

Tortellino



Tortellino ha un carattere forte e deciso, apprende molto in fretta e nel lavoro è veloce e infallibile, lavora in maniera piuttosto indipendente. E' ideale per tartufai con esperienza o persone che vogliano intraprendere una attività sportiva con lui.
Tortellino has a strong, determined personality, fast learner. He's infallible and fast at work, he's pretty indipendent in searching.
Ideal pup for experienced truffle hunters or for sport career.

Bucatino




Bucatino è la dolcezza fatta cane! Super affettuoso e molto legato alla persona. Nel lavoro è preciso e minuzioso, ispeziona il terreno con grande attenzione e trova sempre il tartufo nascosto.
Ideale per tartufai principianti ed esperti, perfetto per la vita di famiglia.
Bucatino is the sweetest pup in the world! Super affectionate and bonded with people. At work he's precise and meticulous, he searches the ground with great attention and always finds the truffle.
Ideal for both experienced or beginner truffle hunters, perfect for family life.

Tutti i cuccioli sono vaccinati, sverminati e provvisti di pedigree LOI. Sono socializzati con persone di ogni età, con cani diversi, abituati ad andare in macchina, stanno imparando ad andare al guinzaglio correttamente. Sono abituati anche alle manipolazioni, alla pulizia delle orecchie e ad essere tosati.
Hanno tutti iniziato l'addestramento alla cerca del tartufo con ottimi risultati.
All pups are vaccinated, de-wormed and registered with FCI- ENCI pedigree. They are socialized with different age people, with many dogs, they are used to the car and now lerning to walk properely on the leash. They're used to be handled and touched, to have their ears cleaned and to be trimmed.
All are started with truffle searching with very good results.


domenica 10 luglio 2016

I piccoli cuccioli pastai!

Vi presentiamo in video la nostra cucciolata dedicata alla pasta!
Tagliatella, Chitarrina, Raviolo, Tortellino, Bucatino, Cavatello, Pacchero e Fusillo in tutto il loro splendore

giovedì 5 maggio 2016

Caccia all'oro bianco


E' andato in onda sul canale DMAX un nuovo programma tutto italiano (ma con stampo decisamente americano) sulla cerca del tartufo: Caccia all'oro bianco (per vederlo clicccate QUI).
Già dalla messa in onda orde di tartufai sono impazziti sul web criticando la trasmissione e i modi e a due giorni di distanza la rabbia e le perplessità non si placano.
Ma andiamo con ordine.
La trasmissione è impostata un pò come tutti i format americani che già guardiamo abbondantemente dove per esempio una cosa banale come un banco dei pegni si trasforma in un luogo di risse e imprevisti (noiosi più che mai) e via di seguito. Però sono programmi che tutto sommato intrattengono e a volte destano un vero interesse nel pubblico.
La trasmissione in questione non è da meno: già dai primi minuti si paragona la cerca del tartufo e i suoi protagonisti al "Far West", il che mi fa un pò sorridere e un pò pensare che è vero, soprattutto in alcune zone d'Italia.
Personalmente ho trovato cose belle e cose meno belle nella puntata, ma dobbiamo considerare che è comunque una fiction in cui sono state create situazioni "illegali" di proposito per interessare lo spettatore, non è un bel documentario sulla cerca ecco, non c'è nulla da imparare nè da prendere d'esempio, non insegna il rispetto per i boschi o l'amore per la cerca ma d'altronde la trasmissione non nasce con questo obiettivo. Quindi per prima cosa cerco di prendere la trasmissione per quello che è: una recita.
Detto questo non vi nascondo che mi è piaciuto molto sentir parlare i "tartufai" della loro passione sfrenata per la cerca e mi sono quasi commossa quando hanno menzionato l'amore per i cani (bellissimi tra l'altro).
Così come sono inorridita ad ogni "volontaria" infrazione delle leggi (andare con più di due cani, andare di notte, nessuna menzione alle quantità consentite per legge) pensando che qualche neo tartufaio possa prendere esempio, beh non fatelo!!!
Diciamo che serviva un pò di suspence nelle puntate per cui dovevano movimentare un pò la cosa e dare un ruolo alle 3 povere Guardie Forestali che per il momento non sono riuscite a fare nemmeno un verbale.
Un aspetto più "pericoloso" invece è quello dei soldi.
Si parla di grosse cifre e ci sono i raccoglitori che girano con pacchi di contanti per contrattare il giusto prezzo. A chi guardava la puntata e non è del mestiere saranno senza dubbio brillati gli occhi alla vista di tutti quei soldi, peccato che non sia tutto oro (bianco) quello che luccica.
Lo dico ora e lo sottolineo:
nel 2016 non è semplice come lo era una volta (20 anni fa) far soldi con i tartufi.
La concorrenza è moltissima, i tartufi pochi e bisogna considerare l'ESPERIENZA che va acquisita. Andare a tartufi non è prendere un cane e uscire per boschi. Dio solo sa quante uscite senza trovare niente si fanno, quante ore di camminate e quanti soldi spesi tra attrezzature, cani, veterinario, macchina (e se ti bucano le gomme devi considerare pure quelle), tempo, stagioni magre.
Oltretutto le cifre mostrate valgono solo per il tartufo bianco ma c'è 3 mesi l'anno. Nei restanti mesi si trovano altre specie decisamente meno pregiate e meno costose (lo scorzone conviene mangiarselo a casa con gli amici piuttosto che venderlo).
Quindi se vi siete fatti l'idea di soldi facili, levatevela dalla testa e subito. Se siete senza lavoro e pensate di aver trovato la soluzione andando a tartufi siete sulla strada sbagliata e fareste meglio ad andare in una agenzia piuttosto che per boschi.
Si accenna alle faide tra cavatori che anche nella realtà sono all'ordine del giorno, chi spia a destra e chi a sinistra, chi controlla che tizio non faccia porcate, chi vuol sapere quanto tartufo ha trovato ecc. Anche nella realtà è una piccola telenovela ma sappiate che i migliori tartufai non sono quelli che fanno gli spavaldi in giro, sono più che persone entità quasi invisibili che sfuggono quasi sempre all'occhio dei curiosi e non si vantano poi al bar.

Mi sono piaciuti moltissimo i cani, i veri protagonisti della cerca, peccato nessuno di loro fosse un lagotto (ho la speranza che ne compaia qualcuno nelle prossime puntate), ma hanno fatto una bellissima figura.
Tirando le somme al di là dei tartufai che appaiono più come dei delinquenti pronti ad infrangere ogni regola, la trasmissione potrebbe risultare carina. Spero in qualche personaggio che dia un pò di lustro alla categoria e meno lavoro alla Forestale ma come dicevo all'inizio è volutamente impostata così, altrimenti avrebbero fatto un documentario.
Voto alla trasmissione: 6.



martedì 3 maggio 2016

Sono nati! (Bonny Ocrina x Ciocorì)

Il 28.4.2016 sono venuti alla luce i cuccioli di Bonny e Ciocorì!
Sono 8 meravigliosi piccoli, di cui 6 maschi e  2 femmine!



giovedì 21 aprile 2016

Cuccioli in arrivo!

Stanno per nascere i cuccioli di Bonny e Ciocorì, sono 5 e in pochi giorni verranno alla luce!
Vi presentiamo ufficialmente la cucciolata:

mercoledì 6 gennaio 2016

Museruola si, museruola no

Sono mesi che volevo scrivere questo post ma il tempo è sempre poco e spero mi perdonerete le lunghe assenze.
Come molti di voi sapranno ormai la cinofilia si discute su facebook (sigh). E' capitato spesso di leggere discussioni sull'uso della museruola e i commenti vanno dal "ma poverino" al "perchè li maltrattate così" ecc ecc. All'estero soprattutto inorridiscono nel vedere foto di lagotti-Hannibal Lecter.

Non avendo mai toccato l'argomento sul blog mi preme per completezza di informazioni per i neofiti, spendere due parole al riguardo.
Per quel che mi riguarda ho sempre lavorato con i cani in positivo, senza "chiuderli" in addestramento nè tanto meno usando coercizione essendo profondamente convinta che il cane che è felice di lavorare con noi darà il meglio di sè. Non permetterei mai dunque su miei cani l'utilizzo di strumenti coercitivi.
La museruola NON è uno di questi.
La museruola è una precauzione salvavita per i cani da tartufo. Purtroppo in Italia e in particolare in alcune zone c'è la pessima abitudine di lasciare bocconi avvelenati nelle tartufaie per eliminare la concorrenza (o solo perchè si è dei dannati psicopatici). Chi ci rimette sono i nostri amati cani naturalmente e non c'è cosa più triste e devastante per un proprietario che vedersi morire il proprio cane tra le braccia senza poter far nulla.
L'alternativa suggerita da alcuni è di non portare i cani a tartufi. Ora, io capisco se non ci fossero alternative, ma l'alternativa c'è ed è ottima: abituare il cane alla museruola. Non è pensabile allevare e portare avanti una razza senza permette ai cani di lavorare nell'ambiente naturale e ogni santo giorno. I cani che fanno la razza sono quelli che compiono al meglio il loro lavoro, come si farebbe a sapere chi sono i migliori senza farli lavorare?
La museruola dal canto suo non è che un accessorio per il cane, che impara ad indossare così come indossa un collare o una pettorina. Qualcuno sostiene che non permette al cane di respirare dalla bocca quindi è maltrattamento perchè non può ansimare (cosa non vera perchè pur non permettendo la completa apertura della bocca il cane può comunque respirare dalla suddetta oltre che naturalmente dal naso).
E' inoltre evidente che chi sostiene questo non guarda il cane quando lavora. Prima di tutto la museruola viene indossata prevalentemente in autunno/inverno quando ci sono i tartufi più pregiati (e quindi più avvelenatori folli in giro), secondo il cane non lavora CORRENDO ma "L'andatura del Lagotto Romagnolo è caratterizzata da un trotto sciolto, brioso ed allegro che denota l'intima gioia nello svolgere la propria funzione di cerca. Sono ammessi tratti di galoppo all'inizio del turno, nei rientri su terreno già ispezionato e negli spostamenti è ammesso il passo nelle fasi di accertamento. L’andatura dovrà adeguarsi alla natura del terreno, ampliando o restringendo il raggio d’azione per realizzare un lavoro utile; l’azione deve essere continua, avida, attenta e diligentissima. Il portamento di testa è in relazione all’andatura ed alla velocità del cane. Nelle fasi di cerca più spedita la testa è portata leggermente rialzata ma con il tartufo (naso) in prevalenza inclinato verso il terreno; nelle fasi di accertamento al passo la testa è progressivamente abbassata fino ad appoggiare il tartufo al terreno. In presenza di una forte emanazione il Lagotto può alzare notevolmente la testa per farsi guidare dal vento verso l'emanazione stessa (tirata di naso)." (dallo standard di lavoro del Lagotto Romagnolo).
Se ne deduce che il cane non lavora correndo e ansimando (cosa che serve ad abbassare la temperatura corporea) ma inalando con le narici la maggior parte del tempo, correndo solo per brevi tratti e non puntando sulla velocità ma sulla precisione nell'individuare l'emanazione.
Naturalmente la museruola viene rapidamente sganciata (ha una clip sulla testa molto pratica) dopo il ritrovamento per premiare il cane e se serve farlo bere, riposare, ecc. Il cane non sta per ore con la museruola addosso senza MAI toglierla ma può capitare che venga sganciata spessissimo, ogni pochi minuti dopo ogni tartufo.
Posso concordare sul fatto che sia abbastanza antiestetico da vedere, che sembrino "ingabbiati" ma è indispensabile che il cane da tartufo non possa afferrare bocconi avvelenati, per cui si lascia grande libertà al naso come vedete dalle foto e meno alla possibilità di masticare e/o accedere al cibo. Se non bastasse questo a farvi capire che non è uno strumento di tortura direi che sono sufficienti i cani che lavorano felicemente indossandola, non mostrando il minimo problema nè disagio. Naturalmente vanno abituati gradualmente e positivamente ad indossarla.

L'alternativa sarebbe purtroppo quella di non far lavorare i cani con ovvio danno per la razza che finirebbe rovinata come tante altre dagli show.
Per dovere di cronaca è giusto specificare che non lavorano sempre e tutti con la museruola i lagotti ma dipende dalle zone e dal tartufo. Naturalmente qualunque proprietario preferisce portare il cane in zone sicure ma quando non è possibile o si hanno dubbi l'unica cosa da fare è mettere la museruola.
Noi se abbiamo cani non abituati alla museruola non li portiamo in zone a rischio (potendo scegliere) e lasciamo che lavorino solo in posti sicuri (almeno finora).
Vi lascio qualche consiglio per abituare il cane alla museruola:

  1. andate per gradi, non pretendete di far indossare la museruola per intero subito
  2. associate la museruola al cibo o qualcosa di piacevole
  3. lavorate ad abituarlo ogni giorno per pochissimi istanti all'inizio e aumentando gradualmente i tempi
  4. quando la indossa per qualche istante senza problemi chiedete al cane di sedersi o mettersi  terra con la museruola e poi premiatelo (per valutare se è in grado di tollerarla mentre fa altro)
  5. fate prima brevi tratti di cerca a casa premiando molto il cane
  6. quando la usate per la prima volta nel bosco il cane deve essere totalmente a suo agio nell'indossarla e nel cercare
  7. prendetevi tutto il tempo necessario, se avete fretta diventerà uno stress per tutti


giovedì 1 ottobre 2015

Arrivederci Snoopy

Dopo poco più di un mese dalla diagnosi di tumore purtroppo Snoopy è venuto a mancare ieri.
Snoopy è il primo cucciolo che Rocco e suo padre hanno tenuto dalla prima cucciolata di Suami (Zarina dei Re d'Abruzzo) ed era quindi uno dei cani storici di famiglia che ci ha lasciati dopo 12 anni.
E' stato il primo con cui io e Rocco abbiamo imparato ad andare a tartufi, ci ha insegnato moltissimo (la costanza, la pazienza, la fiducia, la collaborazione). Non dimenticherò mai le nostre uscite insieme.
Sarai sempre nei nostri cuori Snoopy e in quelli di chi ti ha conosciuto. Sei stato un grande cane e lasci un vuoto enorme.